Rimedi naturali contro la caduta dei capelli

La caduta dei capelli rappresenta un inestetismo purtroppo molto diffuso nella popolazione maschile e femminile di tutto il mondo.

La calvizie non ha conseguenze fisiche sugli individui che ne sono affetti, ma molto spesso ha forti ripercussioni sulla loro dimensione psicologica. Il cambiamento drastico della propria immagine può portare una persona a isolarsi e a non vivere serenamente la propria quotidianità.

Da secoli, gli esperti si adoperano per trovare soluzioni alla caduta dei capelli. Il trapianto di capelli rappresenta l’unica soluzione definitiva al problema. Si tratta di un’operazione chirurgica che vede il prelievo dei follicoli piliferi vitali dal cuoio capelluto e il loro innesto nelle aree glabre o diradate.

Per chi non volesse sottoporsi a un’operazione chirurgica, esistono alcuni rimedi naturali per contrastare la caduta.

 

Perché cadono i capelli?

Malattie autoimmuni, eccesso di sebo, stress e traumi sono da annoverare tra le cause della caduta dei capelli. Tuttavia, il principale fattore scatenante è la cosiddetta alopecia androgenetica. Si tratta di una forma di calvizie che colpisce più dell’80% degli uomini e il 40% delle donne in tutto il mondo a partire dall’ingresso nella pubertà.

I responsabili della caduta sono gli ormoni androgeni che, in individui geneticamente predisposti, colpiscono i follicoli piliferi causando un processo di “miniaturizzazione”. I capelli divengono sempre più sottili e depigmentati e il loro ciclo di vita si interrompe.

In particolare, l’androgeno responsabile del fenomeno è il diidrotestosterone (DHT), nato dalla sintesi, ad opera dell’enzima 5-alfa-reduttasi, del testosterone.

Naturalmente, è impossibile contrastare la natura e la genetica, tuttavia esistono delle soluzioni naturali per rallentare il processo di miniaturizzazione.

 

L’importanza di una visita tricologica

Prima di adottare qualsiasi rimedio, è opportuno sottoporsi a una visita di controllo con un esperto di capelli, il tricologo.

Esistono alcuni farmaci, la cui efficacia è stata dimostrata per la lotta all’alopecia androgenetica. Minoxidil e Finasteride sono, nello specifico, i principali.

I rimedi naturali ad azione topica offrono, comunque, una soluzione valida, seppur non del tutto efficace quanto quella farmacologica.

 

I prodotti naturali consigliati dagli esperti

Alcuni prodotti si presentano sotto forma di soluzione alcolica, cioè vedono i principi attivi disciolti in alcol.

Il timo, caratterizzato dalla presenza di timolo, linalolo e pinene, ha proprietà antibatteriche e balsamiche.

Il fitocomplesso a base di noce è caratterizzato da juglone, vitamine A e del gruppo B e tannini. Ha proprietà astringenti e antisettiche, diminuisce quindi la secrezione di sebo.

L’olmo costituisce il rimedio perfetto contro l’alopecia poiché agisce su patologie di natura endogena, presentando spiccate abilità antinfiammatorie.

Per l’eliminazione di batteri e dell’eccesso di sebo, si consiglia l’utilizzo della bardana. Generalmente si estrae un olio, ideale per contrastare la caduta dei capelli.

Altri prodotti possono essere sfruttati, con tutte le loro proprietà benefiche, in soluzione acquosa.

L’ortica, in particolare, è ricca di aminoacidi, sali organici e sali minerali. È in grado di promuovere un’esfoliazione e sono riconosciute le sue capacità antiandrogene.

Anche l’olio essenziale di rosmarino è consigliato in caso di caduta di capelli. Questa pianta crea un’iniziale infiammazione che porta a una migliore irrorazione dei follicoli piliferi.

Un comportamento simile si può osservare con il peperoncino, ricco di vitamine e alcaloidi. Anche in questo caso si ha una migliore microcircolazione a livello del cuoio capelluto.

 

Come agiscono questi prodotti naturali sul cuoio capelluto?

Perché i prodotti naturali di cui abbiamo parlato riescano a svolgere al meglio la propria attività sul cuoio capelluto, è necessario che siano ben massaggiati sulla cute dopo essere stati applicati.

I rimedi naturali sopracitati espletano generalmente le seguenti funzioni:

  • Fungono da astringenti, diminuendo la secrezione dei bulbi piliferi e regolando la produzione di sebo, che potrebbe soffocare i follicoli;
  • Donano maggiore elasticità alla cute;
  • Stimolano il microcircolo a livello dei follicoli piliferi;
  • Disinfettano la cute del cuoio capelluto, svolgendo una funzione antisettica.

 

Impacco all’aloe vera

Infine, un’attenzione particolare deve essere dedicata all’aloe vera, ormai universalmente riconosciuta per le sue proprietà lenitive.

Gli esperti consigliano di realizzare degli impacchi con cadenza regolare per ridurre eventuali dermatiti, irritazioni e la formazione di forfora sul cuoio capelluto.

L’aloe vera è spesso associata alla lavanda che, grazie alle sue proprietà antisettiche e calmanti dona maggior benessere al cuoio capelluto.

Lascia un commento